Stabilire e quantificare monetariamente i rischi aziendali: un processo ricorsivo, che non si esaurisce alla sua prima valutazione

Il nostro modus operandi nella gestione del rischio


L' ente o azienda che sia, deve saper individuare e quantificare la propria esposizione ai diversi rischi, così da poter determinare la politica assicurativa più vantaggiosa e ottimale dal punto di vista economico e di tutela del proprio patrimonio.

Un problema che gli Enti Pubblici e le aziende si trovano costantemente ad affrontare è la capacità di determinare i rischi aziendali (Risk Management). Il rischio è una situazione complessa e di incertezza a cui l'imprenditore è esposto. Vi è però la possibilità di definirlo, stabilire un suo valore monetario e riuscire a controllarlo. Il nostro lavoro consiste proprio in questo: impostare un programma di consulenza, intermediazione, assistenza e gestione del comparto assicurativo che porti all'ottimizzazione dei costi – benefici dei contratti in corso e di quelli eventualmente da stipulare. Per raggiungere tali obiettivi sarà necessario implementare alcune metodologie di analisi dei rischi e di gestione dei sinistri come di seguito indicato.

L'attività di Risk Management si basa sulla:
Conoscenza e gestione consapevole dei rischi;
Diminuzione degli incidenti;
Riduzione dei costi assicurativi.


Il risultato, di una corretta politica di Risk Management deve essere rappresentato dalla realizzazione di un Programma che garantisca un mix ideale tra "Identificazione e Analisi dei rischi", "Prevenzione", "Protezione" ,"Auto-assicurazione" e "Trasferimento del rischio".

In linea generale si possono individuare alcune tipologie di intervento, sintetizzabili nelle seguenti azioni da compiere sul rischio:

  1. Identificazione dei rischi
  2. Individuazione del patrimonio da difendere e delle responsabilità legate allo specifico settore di attività.
  3. Valutazione/quantificazione dei rischi
  4. Stima degli immobilizzi, delle perdite, dell'esposizione massima ai danni cui l'azienda è soggetta nonché della presumibile entità dei danni provocati da singoli eventi negativi.
  5. Controllo dei rischi
  6. Verifica e intervento sui sistemi di prevenzione e protezione esistenti; da assumere come base per la scelta del trattamento dei rischi.
  7. Trattamento dei rischi
  8. Definizione delle politiche assicurative, coperture e budget dei costi